mercoledì 26 novembre 2014

pensandoci bene...


Desio arriviamo...

sabato 22 novembre 2014

NUOVA EDIZIONE -Signore...se vuoi puoi guarirmi















Il libro è diviso in tre sezioni:

  1. Preghiere di PERDONO
  2. Preghiere di LIBERAZIONE
  3. Preghiere di GUARIGIONE

Pubblicazione di Fraternità Carismatica "Nel nome di Gesù".


venerdì 21 novembre 2014

Tiriamo le somme...

Domenica 16 novembre
Questa splendida settimana è finita, le valigie sono pronte già da ieri sera, ma Gesù ci ha voluto donare un' altra grazia.
Ossama ieri era riuscito a ottenere l'autorizzazione per una messa alle 4,30 del mattino presso la cappella dei francescani che si trova all' interno della Basilica del Santo Sepolcro.
Sveglia alle 3,00.
Arriviamo in Basilica, ci accomodiamo nella cappella, quando arriva Padre Emanuele con un viso pieno di gioia e ci dice: "Possiamo celebrare la messa nella Cappella della Crocifissione, nel Golgota".
Che emozione!!!
Siamo lì, accanto al luogo del Golgota e finalmente godiamo la pace di questo luogo.
Non potevamo finire il nostro viaggio in un modo migliore.
Finita la messa, di corsa in albergo dove ci attende l'autobus per l'aeroporto.
Permettetemi di ringraziare Padre Emanuele che ha permesso questo viaggio e che si è mostrato in tutta la sua amabilità.
Un grazie a Gino che ha organizzato in modo splendido e un grazie a tutti noi che abbiamo fatto subito comunità, ognuno con il suo fardello, le sue paure, le sue richieste. Ognuno pronto a donare all'altro un sorriso, un abbraccio di conforto nel momento del bisogno. Grazie Gesù






domenica 16 novembre 2014

VII giorno di esercizi spirituali

Sabato 15 novembre.
Ultimo giorno di visita nella Terra Santa.
Iniziamo con la visita della Chiesa di S. Anna.
Ci spostiamo per celebrare la Messa presso la struttura gestita dai Padri Bianchi nel sito della piscina di Betzaeta.
In questo luogo Gesù guarì il paralitico.
L'acqua della piscina guariva, liberava dal peccato. Secondo la tradizione ebraica, arrivava l'Angelo, smuoveva le acque e avveniva la guarigione.
L'acqua risana, porta abbondanza, Gesù è la nostra acqua.
Per Israele la conseguenza del peccato è la malattia fisica, il che è vero, perchè quando si è ammalati nello spirito poi ci si ammala anche fisicamente.
La scienza deve capire che senza la fede non ha motivo di esistere.
Papa Benedetto XVI ha detto che la Sacra Scrittura e la scienza non possono essere divise.
Gesù chiese al paralitico: "vuoi guarire?" e noi, vogliamo guarire?
Gesù non può guarire se noi non gli diamo autorità.
Noi abbiamo bisogno di chiedere: " Signore voglio guarire", lo spirito guarisce se noi ci mettiamo in attesa di ricezione.
Noi dobbiamo prendere autorità del nostro corpo, perchè il nostro corpo è tempio dello Spirito Santo.
Essere paralitico significa fermarsi e dipendere dagli altri, Gesù vuol far capire al paralitico che non deve dipendere dagli altri, gli dice: "Alzati, prendi il tuo lettuccio e cammina", vuol fargli capire che non deve dipendere dagli altri.
Noi dobbiamo chiedere la guarigione in prima persona, non dobbiamo aspettare che gli altri lo facciano per noi.
L'uomo guarisce quando esce da se stesso e perdona chi gli ha fatto del male.
Finita la Messa inizio della Via Crucis dalla Chiesa della Flagellazione.
Chi non è stato a Gerusalemme non può capire l'emozione di questo rito. Noi siamo abituati a fare la Via Crucis nei nostri paesi, nelle nostre Chiese, nella tranquillità.
Qui si procede attraversando il quartiere musulmano, si passa davanti alle moschee, si odono litanie, si incontrano musulmani non tanto tolleranti.
Nel procedere si incontrano persone di altre religioni, è una testimonianza di fede in mezzo a chi non condivide, e mentre cammini ti rendi conto che sarebbe bello se ognuno di noi potesse professare la propria fede nel rispetto dell'altro e che basterebbe un po' di buona volontà e tolleranza da tutte le parti per realizzare questo sogno.
Arrivo alla Basilica del Santo Sepolcro.
Per quanto Ossama, la nostra splendida guida, ci avesse avvisato nel dirci che non avremmo trovato silenzio e pace, non ci ho creduto finchè non ho visto.
Tutta l'ansia per questo incontro, così importante per noi, si è trasformata in una strana sensazione.
La Basilica stracolma di persone, tutti pronti a superare il prossimo per arrivare nei luoghi tanto attesi.
Fila inverosimile per arrivare al luogo del Golgota, gente che spinge, che vuol passare  avanti e poi... dopo tanta attesa, arrivi, hai il cuore a mille, ma il responsabile ortodosso ti dice di sbrigarti e non ti da neanche il tempo per recitare una preghiera, riesci solo a dare un bacio e a infilare la mano nel foro che ha contenuto la croce di Gesù.



in attesa per entrare al SANTO SEPOLCRO

sabato 15 novembre 2014

VI giorno di Esercizi Spirituali

Venerdi14 novembre
Penultimo giorno. Noooo!!!
Questa meravigliosa esperienza sta per finire. Se potessi, riavvolgerei il nastro della settimana per ricominciare tutto, ma non si può e allora accontentiamoci di rivivere e far vivere a voi questi momenti unici.
Stamattina sveglia alle 04,20 e in pochi minuti siamo pronti per andare ad ascoltare la messa dentro la Basilica della natività alle cinque del mattino.
Che emozione! Stare lì dove Gesù è nato e deposto nella mangiatoia.
Purtroppo, essendo questa basilica sotto la giurisdizione degli Ortodossi, a noi cattolici sono concessi solo 25 minuti per la celebrazione della messa.
Pazienza, questo non toglie la gioia che c'è nel nostro cuore.
Ore 8,00 partenza per Gerusalemme e arrivo al Monte degli Ulivi.
Visita della cappella dell'Ascensione; Pater Nostrum, luogo dove Gesù insegnò questa stupenda preghiera agli apostoli e a noi;
Chiesa del Dominus Flevit dove Gesù pianse per Gerusalemme;
orto del Getsemani e chiesa.
Dentro la chiesa del Getsemani c'è la pietra dove Gesù pregò prima dell'arresto, che sensazione nel toccarla, da brivido.
Santa messa nella grotta del Getsemani, luogo dove i discepoli si addormentarono mentre Gesù pregava.
Nei momenti della prova dobbiamo sfoderare l'arma della lode e della preghiera.
Il Signore vuole che la nostra partecipazione sia collaborazione per la salvezza degli altri.
Il Sgnore ci chiede: " ma tu che tipo di cristiano sei? Sei quello che mi farà compagnia o quello che troverò addormentato."
Si prosegue per la tomba della Madonna e poi chiesa di San Pietro Ingallicantu.
Pranzo e poi vià alla pasilica di San Giacomo Maggiore.
Chiesa della Dormizione, Maria senza peccato non poteva morire perciò si addormentò.
E per concludere....fuochi d'artificio!
E già , proprio così !
Siamo nel Cenacolo e il cuore è pieno di gioia, quando padre Emanuele inizia una bellissima preghiera di lode, liberazione e guarigione.
Il cuore non smetteva di battere il corpo pieno di un grande calore.
Con noi si è unito un gruppo di asiatici e c'è stata una bellissima condivisione.
Ci è andata bene, il soldato israeliano è stato tollerante e Gesù non ha permesso a nessuno di arrestarci.
Grazie Gesù.


Basilica degli ulivi


                                            Dormitio Viergini

Grotta del "Getsemani"..."Non siete stati capaci di vegliare neppure un ora con me?"



Alberi secolari dell'orto del GETSEMANI

PIETRA DEL SUDORE DI SANGUE              

Chiesa del "Pianto su Gerusalemme"



Immagine di Gerusalemme e della VALLE DELLA GEENNA

PIETRA dell'ASCENSIONE
 Luogo del PADRE NOSTRO





MONTE ZION

venerdì 14 novembre 2014

V giorno di Esercizi Spirituali

Giovedì 13 novembre

Partenza da Betlemme per Ein Karem.
Visita della chiesa di San Giovanni Battista, l'unico uomo che Gesù ha beatificato in vita.
Recitando il rosario ci siamo spostati alla chiesa della Visitazione, dove si venera il luogo in cui Elisabetta incontrò Maria.
Qui si è svolta un'ora di adorazione carismatica davanti a Gesù Sacramentato.
Dio ci ha chiamato ad adorarlo come Zaccaria, siamo al suo servizio.
Anche noi come Zaccaria siamo timorosi, abbiamo paura ma Dio non ci abbandona: "Sarò con voi fino alla fine del mondo".
Noi genitori siamo la gioia di Dio, perchè abbiamo accettato la speranza, il dono della maternità e paternità.
Visita del campo dei pastori.
Abbiamo dedicato un po' di tempo all'acquisto di qualche oggetto e poi pranzo.
Pochissimo tempo a nostra disposizione per rifocillarci e via.... Messa alla cappella di San Girolamo .
Ora al posto dei pastori ci siamo noi, siamo venuti per adorarlo, per stare con Lui.
Siamo persone in cammino, Dio prende la nostra carne umana e la santifica.
Proseguiamo con la nostra guida per la visita della Basilica della Natività.
Qualche minuto di attesa e di incomprensione con gli ortodossi, e poi... Eccoci davanti al luogo sacro dove è nato Gesù.
Arrivo in albergo, cena e un altro momento di preghiera in diretta streaming con l'Italia.
Grazie Gesù.